Igiet – dispositivo per l’igiene anale, perineale e vulvare per la massima igiene personale.

64,99 

80 disponibili

Salva il Prodotto
Condividi

    Dispositivo meccanico, un solo gesto, un maggior benessere e un occhio di riguardo alla salvaguardia della natura, evitando inutili sprechi di carta. L’Igiet viene fornito nelle varianti set da casa (collegandolo al rubinetto del bidè o del lavandino accanto al wc) oppure set da viaggio (collegato ad un contenitore da 1/2 litro di acqua). Oltre che per una normale igiene personale, l’Igiet è di particolare beneficio in quelle situazioni di problemi anali (emorroidi, ragadi, dermatiti con prurito, fistole, ferite di vario tipo, ecc.) in cui è preferibile evitare lo sfregamento della carta igienica con l’ano. È inoltre adatto per le persone con disabilità fisiche, con difficoltà nell’utilizzo delle mani, soggetti molto anziani, obesi poiché non richiede alcuno sforzo fisico.

    Modo d’uso:

    E’ un semplice accessorio da posizionare tra il cover ed il bordo del wc applicabile a qualunque toilet, telescopico e retrattile, raccordato con un tubicino al rubinetto di un vicino bidet o lavandino e a sua volta dotato di un piccolo rubinetto. Emette un sottile getto regolabile per temperatura ed intensità. Il mini rubinetto del deviatore consente la modulazione del getto unico che, non essendo a spruzzo, ha la possibilità di entrare nel retto attraverso il canale anale  per eliminare fastidiosi residui di feci nel retto alla fine della defecazione e nei frequenti casi di senso di defecazione incompleta.

     

     

    NOTA BENE: le informazioni presenti nelle schede prodotto che potrete consultare in questo sito non devono essere interpretate come consulenza medica e non intendono, né possono sostituire le prescrizioni mediche

    I prodotti  esposti nel sito pelviShop vengono forniti salvo indisponibilità temporanea del magazzino

    4 recensioni per Igiet – dispositivo per l’igiene anale, perineale e vulvare per la massima igiene personale.

    1. NG

      Dopo essere stato in Giappone ho cercato nel web un water/bidet simile a quelli, fantastici utilizzati durante il mio soggiorno a Tokio.
      Le soluzioni trovate in commercio non erano per niente economiche, senza contare il tempo, il costo di installazione e il disagio a non avere accesso al bagno per tutta la durata della posa.
      Ho provato ad acquistare Igiet, un dispositivo semplice, poco costoso e facilissimo da montare. Si è adattato ai miei sanitari e anche a quelli in casa di mia madre, infatti, compiaciuto dell’acquisto effettuato, ne ho preso un altro anche per lei. Sinceramente oltre a usarlo per lavarmi, evitando l’uso della carta igienica, ho visto che è anche gradevole come un massaggio e, in caso di stitichezza, utilizzo il getto di acqua tiepida per farmi una sorta di clisterino. Lo consiglio.
      N.G.

    2. ST

      A seguito di un intervento di asportazione del colon, tra le tante complicazioni patite, le più dolenti erano quelle nella pelle intorno all’ano. Mi è stato suggerito di detergermi con sola acqua tiepida, di non usare detergenti ma soprattutto di evitare nella maniera più categorica l’uso della carta igienica. Nelle mie condizioni e con ancora una decina di scariche al giorno, l’utilizzo del bidet o della doccia è risultato fin da subito molto scomodo e difficoltoso al punto da indurmi a cercare nel web un’alternativa più semplice nell’utilizzo e più funzionale.
      Ho scoperto Igiet, un dispositivo igienico unico nel suo genere e tanto semplice quanto geniale.
      L’installazione è semplicissima, si applica su qualsiasi WC che abbia accanto il rubinetto del bidet o del lavandino ed è possibile azionarlo e usarlo senza alzarsi dal WC e quindi molto comodo. Questo è solo uno dei benefici riscontrati, infatti, oltre ad aver risolto il problema dell’infiammazione e il notevole risparmio di carta igienica, volevo sottolineare anche un’altra funzionalità che forse è sfuggita a chi lo ha progettato.
      Purtroppo l’intervento subito mi ha portato ad avere un’altra complicanza, ossia tanto gonfiore addominale e difficoltà ad eliminare l’aria. Forse è stato un caso, ma durante l’utilizzo, ho scoperto che il sottile getto d’acqua tocca un punto del mio ano e, una specie di “riflesso”, mi ha permette istintivamente e naturalmente di liberarmi la pancia.

    3. CG

      Durante una recente vacanza ospite  di un’amica, ho notato un tubicino che collegava il  bidet a  una  farfallina adesa alla tazza sotto l’asse del wc. L’amica mi ha spiegato che un sottilissimo getto d’acqua sostituiva la carta igienica. Vinto l’imbarazzo, le ho confessato che di carta non ne avrei consumata perché essendo fuori casa, il mio intestino si sarebbe bloccato in un silenzio intestinale che mi succede quando sono più tesa. A quel punto l’amica mi ha  consigliato di utilizzare il getto di acqua tiepida per stimolare l’esterno dell’ano. Un po’ scettica ho provato e il miracolo è  avvenuto. Veramente soddisfatta mi sono ricordata di quanto il pediatra tanti anni prima aveva consigliato di sfiorare con la punta del termometro  il culetto della mia secondogenita che era stitica. Il problema si risolveva (e si risolve ancora, fortunatamente ora per me !)  evocando quello che mi è stato spiegato essere  il riflesso ano colico.  Appena tornata a casa mi sono procurata due igiet, uno per ogni bagno e ho convinto marito e i tre figli ormai grandicelli a usare quel getto sottile  sebbene a loro non serva per il mio stesso motivo, ma hanno accolto volentieri  l’invito anche perché, specie i ragazzi, sono fautori della sostenibilità.  Non consumare inutilmente carta ha anche il vantaggio per noi che viviamo  in collina, in un posto dove non arriva il sistema fognario,  di intasare meno la fossa biologica. L’Igiet è proprio fantastico.  CG 

    4. AC

      Il dispositivo ha risolto la problematica di pulizia che avevo e che mi creava delle perdite dovute al fatto che con il lavaggio classico con il bidet non riuscivo ad andare in profondità nel canale anale.
      Igiet mi permette di fare una pulizia completa senza uso di carta igienica ed, inoltre, mi aiuta ad andare di corpo in un’unica soluzione, cosa che, ultimamente, dopo i vari interventi effettuati per la fistola non accadeva più.
      L’unico appunto che posso fare è di natura tecnica. I copri wc in commercio sono più bassi rispetto ad una volta, sarebbe interessante capire se fosse possibile fornire delle ventose più basse così da rendere più comodo l’alloggio del dispositivo sotto la tavoletta; anche il tubo che porta l’acqua all’erogatore si schiaccia un po’ sotto il coperchio.
      Nel mio caso comunque funziona tutto correttamente e l’installazione è stata semplice e veloce.
      Mi ritengo pertanto pienamente soddisfatto dell’acquisto e la ringrazio per aver risolto il mio problema.
      A.C.

    Aggiungi una recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *